I mercati delle droghe illecite in generale costituiscono un sistema di produzione e di distribuzione complesso che genera ingenti introiti a vari livelli.

Il mercato della cannabis

La natura stessa del mercato ne rende difficile il monitoraggio preciso tuttavia, secondo una stima prudente, il mercato al dettaglio delle droghe illecite, nell’Unione europea, supera i 24 miliardi €. La cannabis è responsabile della quota maggiore (38 %), seguita dall’eroina (28 %) e dalla cocaina (24 %).

Mentre i mercati off-line sono ancora predominanti, negli ultimi anni, i mercati on-line stanno diventando sempre più importanti come piattaforme per la commercializzazione e la distribuzione. I mercati della rete oscura riguardano principalmente le vendite di bassi quantitativi diretti ad un consumatore finale.

Le foglie di cannabis (marijuana) e la resina di cannabis (hashish) sono i due prodotti principali a base di cannabis presenti sul mercato europeo delle droghe, mentre l’olio di cannabis è relativamente raro. Questo mercato ha un valore minimo stimato di 9,3 miliardi € (intervallo probabile: 8,4-12,9 miliardi €).

dipendenza-da-cannabis-dati statistici-mercato-della-cannabis

 

La provenienza dei prodotti a base di cannabis

Le foglie di cannabis consumate in Europa sono sia coltivate in Europa sia importate illecitamente da altri paesi. I Balcani occidentali costituiscono il luogo di provenienza più accreditato. In Europa la cannabis è coltivata prevalentemente al chiuso.

La resina di cannabis è importata, principalmente dal Marocco, con segnalazioni che indicano nella Libia lo snodo più importante del traffico.

I sequestri della cannabis

I sequestri di sostanze illecite da parte delle forze dell’ordine riguardano sia le piccole quantità confiscate ai consumatori sia le partite di diversi chilogrammi sequestrate ai trafficanti.  

La cannabis è oggetto di oltre il 70 % del numero totale di sequestri effettuati in Europa ed è la sostanza confiscata con maggiore frequenza. I paesi che concorrono a oltre il 60 % di tutti i sequestri di droghe nell’Unione europea, sono la Spagna, il Regno Unito e la Francia.

Nel 2016 sono stati segnalati nell’Unione Europea 763 000 sequestri di prodotti a base di cannabis, di cui 420 000 riguardano le foglie, 317 000 la resina e 22 000 le piante.

I sequestri di piante di cannabis possono essere considerati un indicatore della produzione interna della sostanza in un determinato paese. Tuttavia, le differenze tra i paesi, sia nelle prassi di segnalazione sia nelle priorità e nelle risorse degli organismi preposti all’applicazione della legge, giustificano una certa prudenza nell’interpretazione dei dati.

L’analisi dei prodotti sequestrati documenta un forte aumento della potenza (contenuto di tetraidrocannabinolo, THC) delle foglie e della resina di cannabis dal 2006 ad oggi.

Gli elementi chiave di questa crescente potenza sta nell’introduzione di piante particolarmente potenti e di nuove tecniche di preparazione.

dipendenza-da-cannabis-dati statistici-sequestro-della-cannabis

 

Cosa fare se si è dipendenti da cannabis

Se un tuo conoscente fa uso di cannabis e vuoi aiutarlo, puoi visitare la nostra pagina dedicata alla dipendenza da cannabis. Come approfondimento consigliamo inoltre la lettura dei seguenti articoli:

THC : quali sono gli effetti collaterali e come smettere di essere dipendenti

La Cannabis Light è davvero legale? Quali precauzioni per l’utilizzo?

La Marijuana: quello che i genitori devono sapere

Senza “erba” non dormo: come la cannabis influisce sul sonno di adulti e ragazzi

La dipendenza da Cannabis, spiegata in breve