La dipendenza dai farmaci è sicuramente una delle problematiche più complesse che si potrebbe manifestare nella vita di tutti i giorni.
Vediamo ora come questo tipo di problema può essere risolto e soprattutto da cosa nasce.

La dipendenza da antidolorifici oppiacei

La dipendenza da psicofarmaci e altri medicinali, come gli antidolorifici, nasce nel momento in cui si subisce un danno, sia fisico che psicologico come infortuni e forte depressione, e si ricorre a quel determinato tipo di farmaco senza però una prescrizione medica.

La suddetta dipendenza nasce nel momento in cui si abusa di questi farmaci e gli stessi vengono assunti senza alcun controllo specifico da parte del medico: se un farmaco deve essere assunto due volte al giorno, senza alcuna prescrizione potresti ritrovarti a usufruire di quel prodotto ogni qualvolta tu abbia una sensazione di dolore o malessere.

Facciamo un esempio pratico: se hai un forte mal di denti, come potrebbe essere la situazione nella quale ti ritrovi a combattere un ascesso, tu potresti assumere l’antidolorifico ogni qualvolta senti quella sensazione di dolore all’interno della tua bocca.
Ebbene questa rappresenta una prima dipendenza, visto che il dolore non viene tollerato dal tuo corpo e quindi tu decidi di combattere assumendo antidolorifici in maniera continuativa.
Tale situazione comporta però una serie di complicazioni visto che, col passare del tempo, il tuo corpo necessiterà ovviamente di questo tipo di elemento per evitare che il malessere possa colpirti.

Come si sviluppa la dipendenza da farmaci

La dipendenza da farmaci diviene quasi mentale: ma cosa significa questo?
Ogni qualvolta tu senti un dolore, la sensazione di fastidio viene amplificata al massimo dal cervello che ti suggerisce immediatamente di assumere quel farmaco.
Quando tu lo assumi la sensazione di benessere, che sarà solo passeggera, ti permette di evitare che tutte le complicazioni derivanti dal dolore si possano manifestare.
Ma attenzione dato che, procedendo in questo modo, non fai altro che alterare anche la percezione del mondo esterno, ovvero ti ritroverai a non riuscire a gestire la situazione: la dipendenza da farmaci comporta anche un costante aumento dell’utilizzo di antidolorifici e antidepressivi e altri farmaci che ti permettono di raggiungere quello stato di benessere.

Man mano che passa il tempo ti troverai a dover affrontare una situazione dove sarai sempre agitato e la sola sensazione di star male ti porta ad assumere quel farmaco anche quando, effettivamente, tu stai bene, proprio per sentire quella sensazione di relax che deriva dall’effetto di quella medicina.

Pertanto la situazione diviene abbastanza grave e soprattutto disintossicarsi dai farmaci diverrà sempre più difficile.

Perché è difficile disintossicarsi dai farmaci

La dipendenza da psicofarmaci, così come dagli antidolorifici, è molto complessa come procedura da svolgere.
Questo poiché ti ritroverai a dover combattere contro te stesso e la tua voglia di star bene a tutti i costi: quando non assumi quel farmaco per combattere la problematica che hai riscontrato subentra la paura di star male, la sensazione di non essere in grado di affrontare quella situazione e altre problematiche che non devono essere assolutamente ignorate.
Di conseguenza potresti sentire quella voglia di assumere i farmaci senza controlli specifici e peggiorare ulteriormente la situazione.
L’astinenza, inoltre, altera il tuo modo di fare: sarai sempre nervoso e soprattutto teso e ansioso, situazioni che ti impediscono di relazionarti alle altre persone e soprattutto di affrontare anche la più semplice della situazione.

Inoltre la disintossicazione da farmaci diviene maggiormente complessa se questa viene affrontata senza l’apposito supporto, visto che la tentazione di assumere quell’antidepressivo o altro medicinale che ti consente di affrontare nel migliore dei modi quel problema sarà molto forte.

Alterazioni dell’umore e disturbi vari, come nausea e senso di insicurezza, saranno tutte le conseguenze che possono presentarsi quando si entra nella spirale della crisi di dipendenza, che però potrà trovare una soluzione adeguata per prevenire ulteriori peggioramenti della situazione generale.

Come avviene la disintossicazione da farmaci

La dipendenza da farmaci può essere sconfitta grazie al supporto psicologico e farmacologico.
La prima delle due parti della disintossicazione da farmaci permette di capire quali siano le cause che ti hanno portato a entrare in questa spirale negativa, analizzando poi quali sono le complicazioni alle quali andrai incontro nel momento in cui la stessa dipendenza continua a essere presente.

Il medico, in questo caso, cerca di mettere alla luce i benefici che si otterranno con la disintossicazione da farmaci e soprattutto col percorso terapeutico e di ascolto che dovrai affrontare.
I farmaci che verranno assunti saranno prescritti dal medico e questi avranno lo scopo di controllare le crisi di astinenza che, col passare del tempo, saranno sempre meno frequenti.
Grazie all’aiuto degli esperti la dipendenza da farmaci verrà combattuta in modo ottimale e tu avrai l’occasione di disintossicarti e riprendere in mano la tua vita.

Ovviamente il periodo di disintossicazione sarà differente da caso a caso e questo deve essere affrontato con grande attenzione da parte tua, affinché tu possa effettivamente evitare che antidolorifici e antidepressivi possano essere sinonimo di dipendenza e situazioni molto complesse da dover fronteggiare col passare del tempo.

Prenota una Consulenza Online

Ottieni conforto immediato, parlando comodamente online con un nostro specialista.

Controlla i giorni disponibili

In base alle tue preferenze ed esigenze scegli quando vuoi entrare in contatto con il nostro specialista.

Completa il pagamento

Paga in tutta sicurezza attraverso la piattaforma Paypal. Puoi usare il tuo account o

Parla con chi sa ascoltarti

Durante la consulenza un nostro specialista sarà pronto ad ascoltarti e aiutarti a capire meglio i tuoi problemi e come risolverli.