Gioco e cocaina, nuova cura con elettrostimolazione – Giornale di Sicilia

La ASP di Ragusa ha investito, con fondi nazionali per la lotta al gioco d’azzardo, nell’acquisizione di un apparecchio per la TMS, Stimolazione Magnetica Transcranica, tecnica in corso di sperimentazione in diverse parti d’Italia e del mondo per la cura di disturbi mentali e delle dipendenze.

La prima parte della notizia è che si tratta di un investimento per la cura delle dipendenze, gioco d’azzardo e cocaina in particolare, ma potrà servire anche per l’alcol, ambito generalmente piuttosto trascurato nella programmazione sanitaria. È quindi rilevante che una Azienda Sanitaria, oltretutto in un momento storico che porta l’attenzione in altre direzioni, abbia la lucidità di rendersi conto che i problemi di dipendenza dalle droghe stanno diventando sempre più seri e la determinazione per decidere di potenziare l’offerta terapeutica.

La seconda parte della notizia riguarda la tecnica che, pur non essendo “miracolosa” (i dati sono ancora in via di conferma, pur essendo interessanti. In ogni caso, è già chiaro che, anche se il successo è parziale e temporaneo, in relazione ai numerosi fattori individuali e ambientali che mantengono la dipendenza, dà un aiuto apprezzabile in molti casi), offre opportunità di cura nei confronti di condizioni per cui le strategie terapeutiche disponibili non davano certezze. Una tecnica in ogni caso innovativa, che merita tutta la considerazione di chi non rinuncia a percorrere strade nuove per la cura dell’addiction.